Amazon London Yaz shoes Bordeaux Fly zVGLqpSMjU
Neri Tuta Sportivo sport Maxi Interlock tosChrdBQx
Tegon Seventy Seventy MaglieriaNeri MaglieriaNeri Tegon Pullover Sergio Sergio I2ED9H
Tegon Seventy Seventy MaglieriaNeri MaglieriaNeri Tegon Pullover Sergio Sergio I2ED9H
Centro Giovani
Tegon Seventy Seventy MaglieriaNeri MaglieriaNeri Tegon Pullover Sergio Sergio I2ED9H
store Scuderi Manica Uomo Shirt Grigio Corta Four T Cotone Avio Fifty 45RA3Lqcj
  • HomeTegon Seventy Seventy MaglieriaNeri MaglieriaNeri Tegon Pullover Sergio Sergio I2ED9H
Tegon Seventy Seventy MaglieriaNeri MaglieriaNeri Tegon Pullover Sergio Sergio I2ED9H
Extra sport Leggings Neri Poliestere Donna Maxi Long Nwmn08

MONACHESIMO PREBENEDETTINO

Tegon Seventy Seventy MaglieriaNeri MaglieriaNeri Tegon Pullover Sergio Sergio I2ED9H

Dal III secolo d.c. si manifestano in Italia le prime forme di organizzazione monastica. Le prime comunità si formano a Roma e vengono favorite dalla chiesa mentre scarsa approvazione è data dal popolo. Nei primi tempi del monachesimo nei Paesi dell'Europa occidentale i monaci erano organizzati in tanti gruppi autonomi, ispirandosi a norme di vita monastica diverse, come quella orientali di S. Basilio e di S. Atanasia. In particolare nell'area abruzzese il monachesimo risulta diffuso largamente intorno alla meta del VI secolo ad opera di S. Equizio amiternino,multorum monasteriorum pater (S. Grecorio op. tit. n. 7 bis, a),. Anzi, possiamo affermare, con una punta di orgoglio, che agli inizi della sua esperienza monastica S. Gregorio si avvalse della collaborazione diretta di monaci probabilmente aquilani, e comunque abruzzesi), nominando uno di essi, Valenzio, primo abate. A partire dal VI, la cultura cristiana occidentale si arricchisce di nuovi testi che giovano alla diffusione del monachesimo. Tra questi lo scritto che maggiormente si diffonde è la versione latina dei Precetti di Pacomio, tradotta da Girolamo, in cui si concentrano le istituzioni della vita cenobitica del deserto egiziano. Negli stessi anni Rufino traduce la Legislazione di Basilea mentre Agostino compone il Praeceptum  e si diffonde l'Ordo Monasteri, istoriato da Agostino stesso. Ancora negli anni 420 - 430 Giovanni Da Cassiano scrive ilDe Institutis Coenobiorum e le Consolationes, dedicati alla vita degli anacoreti palestinesi ed egiziani. Negli stessi anni intanto vengono fondati i primi Monasteri: il primo in assoluto è edificato da Papa Sisto III (432 . 440), presso la Basilica di S. Sebastiano sull'Appia. Nel V secolo, accanto alle basiliche, avviene la fondazione di altri monasteri dove i monaci assicurano il servizio liturgico. Nel Concilio di Calcedonia (451) si stabilisce che tutti i monaci e i monasteri dipendano da un vescovo senza distinzione tra città e campagna. In alcuni casi è il vescovo stesso che propone ai chierici il monachesimo, come avviene con S. Eusebio, vescovo di Vercelli. Anche S. Ambrogio a Milano istituisce un centro di vita cenobitica. Paolino di Nola, imiterà il vescovo milanese nella città campana. È questo dunque un tipo di monachesimo "cittadino", posto sotto l'influenza diretta dell'azione dei vescovi. Si crea quindi, in Italia, un forte vincolo tra Episcopato e Istituzione Monastica che tiene lontane le forme canonizzate del monachesimo da quelle esperienze più eterodosse dei monaci di altre regioni e favorisce lo sviluppo dei centri almeno fino al VI secolo, anni in cui inizia l'invasione Longobarda.

Tegon Seventy Seventy MaglieriaNeri MaglieriaNeri Tegon Pullover Sergio Sergio I2ED9H

Fuori Roma e nelle altre parti della penisola invece si diffonde una forma di monachesimo con tendenze eremitiche detta anche insulare, in quanto risente dell'influenza dell'isola di Lerino, nella Gallia meridionale, dove S. Onorato aveva istituito alla fine del IV secolo un centro di vita anacoretica modellata sugli esempi egiziani e caratterizzata da una forte austerità. Le caratteristiche preminenti di queste prime comunità eremitiche sono la tendenza all'isolamento, la separazione dalla società e la vita appunto eremitica. Esse si ritrovano precisamente negli Eremi di Spoleto fondati da monaci provenienti dalla Siria; negli eremi di Eutizio situati nella Val Castorina presso Norcia e nelle fondazioni che facevano capo ad Equizio, con centro Amiterno presso L'Aquila, sparse per tutte le montagne abruzzesi. Questo tipo di comunità monastica era legato alle tradizioni locali e sostenuto dai modelli e dai testi già ricordati. Tuttavia il monachesimo prebenedettino d'Italia e delle sue vicinanze (che qui più particolarmente c'interessa) offre qualche aspetto e qualche individualità degni di attenzione, perché non senza rapporto con le nuove imminenti creazioni. Un tentativo originale era stato quello, a metà del quarto secolo, del vescovo Eusebio di Vercelli, campione intrepido dell'ortodossia contro l'arianesimo, che aveva cercato di fondere vita clericale e vita monastica, raccogliendo i chierici della sua chiesa a vivere insieme asceticamente. La « vita canonica » per i chierici (e cioè, appunto, la loro convivenza sotto una disciplina comune, invece della dimora privata nelle case proprie) fu introdotta poco dopo anche da S. Agostino nella sua diocesi africana, e raggiunse una certa diffusione; ma essa rimaneva qualche cosa di assai diverso dal monachesimo, poiché, se questo doveva avere una sua funzione, non poteva riuscire un semplice doppione del clero o finire assorbito in esso. E cosi anche il movimento che sulla fine del quinto secolo si manifesta in Italia, sotto la pressione di necessità transitorie, per un'ampia introduzione dell'elemento monastico nel clero, non poteva significare un nuovo sviluppo del monachesimo, e non era scevro d' inconvenienti per l'autonomia della vita monastica di fronte al potere vescovile. Mostrano però, simili tentativi e avviamenti, il senso della necessità di adoperare il monachesimo a prò della religiosità sociale. Questo senso medesimo si presenta più vivo ed originale, in atto se non in proposito deliberato, nei due monaci Severino ed Equizio; testimonio il primo della caduta dell'impero d'Occidente, contemporaneo un po' più vecchio di S. Benedetto il secondo. Severino, vissuto nel Norico, ma di sangue romano, aveva abbracciato la vita eremitica alla maniera orientale. La carità sua verso le misere popolazioni taglieggiate e martoriate dai barbari, prive di conforto materiale e morale, lo spinse in mezzo ad esse, e lo fece divenire insieme loro maestro spirituale e loro benefattore e protettore. Grazie al suo ascendente religioso egli seppe vincere l'avarizia dei grandi proprietari, e frenare la ferocia dei barbari, capi e gregari. Ancora dopo morte, il suo corpo, recato in Italia dalla profuga popolazione romana secondo il suo testaménto medesimo, fu a quella segno di raccolta e palladio comune; finché, depositato in Napoli, in quel « Castrum lucullanum » (oggi Pizzofalcone) che aveva ospitato l'ultimo imperatore d'Occidente, costituì il centro di un grosso monastero, a cui il suo discepolo e biografo Eugippio dettò la regola di vita.  Il periodo che ci interessa ricordare di cui si hanno fonti storiche che parlano del nostro territorio, è  il 480-511, nei dialoghi di Gregorio Magno si riferisce di un certo Basilio, fuggiasco dalle prigioni romane con un suo compagno (come si legge in Cassiodoro), che nascosto sotto “monachico habitu”, viene presentato e raccomandato a Equizio dal vescovo di Amiternum.  Equizio, vissuto in quel di L’Aquila (in Marruci di Pizzoli, non molto lontano dalla patria di S. Benedetto) fù abate e fondatore di monasteri, e al tempo stesso predicatore popolare. Il caso di Equizio è un episodio individuale, un avviamento del monachesimo prebenedettino. E in verità i tempi non erano propizi per un'opera di predicazione al popolo, quale molti secoli dopo avrebbe praticato e insegnato ai seguaci Francesco d'Assisi.

 

Con Hm Grigio Hamp; Autunno MFelpa Bande OPZ0k8nwNX

MONACHESIMO BENEDETTINOD Pantofola Pantofola Pelle CalzatureGrigio Pelle amp;apos;oro D CalzatureGrigio amp;apos;oro n0wPmvOyN8

Benedetto da Norcia, forse fratello gemello di Santa Scolastica, nacque il 12 settembre 480 d.C., in un'agiata famiglia romana. Eutropio Anicio, il padre, era Capitano Generale dei romani nella regione di Norcia, mentre la madre era Claudia Abondantia Reguardati, contessa di Norcia. Benedetto trascorse gli anni dell'infanzia e della fanciullezza a Norcia, avvertendo l'influsso di coloro che già dal III secolo erano giunti dall'Oriente lungo la valle del Nera e in quella del Campianio. Scampati alle persecuzioni, essi avevano abbracciato una vita di ascesi e di preghiera in diretto contatto con la natura, vivendo in "corone" di celle scavate nella roccia, facenti capo ad una piccola chiesa comune (Laure). A 12 anni (secondo alcuni) fu mandato con la sorella a Roma a compiere i suoi studi, ma, come racconta san Gregorio Magno nel II Libro de I Dialoghi, sconvolto dalla vita dissoluta della città ritrasse il piede che aveva appena posto sulla soglia del mondo per non precipitare anche lui totalmente nell'immane precipizio. Disprezzò quindi gli studi letterari, abbandonò la casa e i beni paterni e cercò l'abito della vita monastica perché desiderava di piacere soltanto a Dio.Tegon Seventy Seventy MaglieriaNeri MaglieriaNeri Tegon Pullover Sergio Sergio I2ED9H All'età di 17 anni, insieme con la sua nutrice, Cirilla, si ritirò nella valle dell'Aniene  presso Eufide (l'attuale Affile), dove secondo la leggenda devozionale avrebbe compiuto il primo miracolo riparando un vaglio rotto dalla stessa nutrice. Conclusa l'esperienza eremitica, accettò di fare da guida ad altri monaci in un ritiro cenobitico presso Vicovaro, ma, dopo un tentativo di avvelenamento, tornò a Subiaco. Qui rimase per quasi trenta anni, predicando la "parola del Signore" ed accogliendo discepoli sempre più numerosi, fino a creare una vasta comunità di tredici monasteri, ognuno con dodici monaci ed un proprio abate, tutti sotto la sua guida spirituale. Intorno al 529 a seguito di due tentativi di avvelenamento, il primo materiale con un pane avvelenato e il secondo morale chiamando delle prostitute per tentare i propri figli spirituali da parte di un tal prete Fiorenzo (la sua figura esemplifica l'ostilità del clero locale che Benedetto doveva aver subito), per salvare i propri monaci Benedetto decise di abbandonare Subiaco. Si diresse verso Cassino dove, sopra un'altura, fondò il monastero di Montecassino, edificato sopra i resti di templi pagani e con oratori in onore di san Giovanni Battista (da sempre ritenuto un modello di pratica ascetica) e di san Martino di Tours che era stato iniziatore in Gallia della vita monastica.

La regola

Nel monastero di Montecassino Benedetto compose la sua Regola verso il 540. Prendendo spunto da regole precedenti, in particolare quelle di san Giovanni Cassiano e san Basilio (ma anche Pacomio, Cesario e l'Anonimo della Regula Magistri), egli combinò l'insistenza sulla buona disciplina con il rispetto per la personalità umana e le capacità individuali, nell'intenzione di fondare una Tegon Seventy Seventy MaglieriaNeri MaglieriaNeri Tegon Pullover Sergio Sergio I2ED9Hscuola del servizio del Signore, in cui speriamo di non ordinare nulla di duro e di rigoroso. La Regola, dotta e misteriosa sintesi del Vangelo, nella quale si organizza nei minimi particolari la vita dei monaci all'interno di una "corale" celebrazione dell'uffizio, diede nuova ed autorevole sistemazione alla complessa, ma spesso vaga e imprecisa, precettistica monastica precedente. I due cardini della vita comunitaria sono il concetto di stabilitas loci (l'obbligo di risiedere per tutta la vita nello stesso monastero contro il vagabondaggio allora piuttosto diffuso di monaci più o meno "sospetti") e laconversatio, cioè la buona condotta morale, la pietà reciproca e l'obbedienza all'abate, il "padre amoroso" (il nome deriva proprio dal siriacoabba, "padre") mai chiamato superiore, e cardine di una famiglia ben ordinata che scandisce il tempo nelle varie occupazioni della giornata durante la quale la preghiera e il lavoro si alternano nel segno del motto ora et labora ("prega e lavora". I monasteri che seguono la regola di san Benedetto sono detti benedettini. Anche se ogni monastero è autonomo sotto l'autorità di un abate, si organizzano normalmente in confederazioni monastiche, delle quali le più importanti sono la congregazione cassinense e la congregazione sublacense, originatesi rispettivamente attorno all'autorità dei monasteri benedettini di Montecassino e di Subiaco. A Montecassino Benedetto visse fino alla morte, ricevendo l'omaggio dei fedeli in pellegrinaggio e di alcune personalità come Totila  re degli Ostrogoti, che il monaco ammonì. Qui Benedetto morì il 21 marzo 547, quaranta giorni circa dopo la scomparsa di sua sorella Scolastica con la quale ebbe comune sepoltura; secondo la leggenda devozionale spirò in piedi, sostenuto dai suoi discepoli, dopo aver ricevuto la comunione e con le braccia sollevate in preghiera, mentre li benediceva e li incoraggiava. Le diverse comunità benedettine ricordano la ricorrenza della morte del loro fondatore il 21 marzo, mentre la Chiesa romana ne celebra ufficialmente la festa l'11 luglio, da quando papa Paolo VI ha proclamato san Benedetto da Norcia patrono d'Europa il 24 ottobre 1964. La Chiesa Ortodossa celebra la sua ricorrenza il 14 marzo. Tuttavia è chiaro ch'egli non esercitò una predicazione popolare sistematica, né compi giri missionari, come Equizio aveva fatto, o forse faceva ancora in quegli anni, a una cinquantina di chilometri di distanza. Se Benedetto ne avesse imitata l'attività, sarebbe probabilmente incorso nelle medésime opposizioni toccate a quel suo confratello. Poiché neppur Benedetto doveva esser prete: non troviamo anzi, in tutta la sua vita, nessuna traccia sicura di ordine sacro, ed era assai più di Equizio vicino a Roma, cioè sotto la sorveglianza delle autorità romane.. Egli ritenne che, prima di svolgere un'azione religiosa sul popolo, occorreva allevare gli apostoli per questa azione. Creare i centri intorno a cui il popolo medesimo potesse venire a raccogliersi in un nuovo rigoglio di vita religiosa e sociale. I secoli futuri dovevano dargli ragione.

 
Scuro Bianco PlusJeans Design Lavaggio Blu Skinny Asos Super wZNnO8X0Pk
Copyright © 2019 marruci.it.
Designed by marruci.it